venerdì 1 novembre 2019

RIESLING VIDEO-SCHULE 44

Una chicca scovata su Youtube. Un raro video (probabilmente degli anni '50) sulla vendemmia nella Terrassenmosel, un documento storico che ci riporta ai vecchi tempi della Mosella.
Dura 15 minuti ed è in tedesco, ma si può gustare tranquillamente lasciandosi trasportare dalle suggestive immagini in bianco e nero. Buona visione. Qui il link.

lunedì 21 ottobre 2019

MELSHEIMER

Sulle pagine del rieslinGarten quasi mai hanno trovato spazio vini spumanti, pardòn, Sekt, a maggior ragione a base Riesling, vitigno di difficile gestione per la produzione di questa tipologia. 
Quindi è con grande piacere che oggi vi parlerò di un Sekt della Mosella. 
L’azienda che lo produce si chiama Melsheimer e si trova nella parte bassa del fiume, a Reil, con suoli di ardesia rossa e grigia. È nota per essere tra i precursori di un approccio ecosostenibile alla vigna, assai raro in zona, concretizzatosi con l’avvicinamento al Biologico nel 1995 e con la certificazione per la Biodinamica ottenuta nel 2013.
Di fatto, anche grazie ai risultati ottenuti in termini di qualità, Thorsten Melsheimer e famiglia hanno spinto altre piccole realtà dei dintorni ad approcciarsi a metodi “eco-friendly”, sempre più diffusi in Mosella anche se di difficile realizzazione pratica in aree come questa. 

Vista del Mullay-Hofberg. Credit: melsheimer-riesling.de
Oltre all’approccio Bio, l’azienda – che coltiva quasi solo Riesling - produce Sekt dagli anni ’80 ed oggi dedica circa il 10% delle proprie uve a questa tipologia che si concretizza in tre etichette, due dal Mullay Hofberg (Extra-Dry e Dosage Zero), cru storico citato per la prima volta nel 1143, ed una ottenuta da varie vigne. 


Reiler Mullay-Hofberg Riesling Sekt Zéro Dosage 2015 - Melsheimer
Dopo un anno in legno piccolo prima della rifermentazione ed un affinamento sui lieviti pre-sboccatura di quasi 30 mesi, il vino si apre su un naso complesso che alterna toni agrumati di pompelmo, aromi di pera e mela verde, erbe aromatiche, gesso ed un lieve tocco idrocarburico. 
Bel palato, che mostra una ossatura sicura e decisa, viva e scattante, con finale asciutto e ben bilanciato. Buono anche da solo, è un vino molto gastronomico.

martedì 10 settembre 2019

RIESLING VIDEO-SCHULE 43

Un veloce ripasso (dura poco più di 2 minuti) sul Riesling in una animazione molto semplice ma efficace.
Qui il link. Buona visione.

martedì 20 agosto 2019

ERBEN VON BEULWITZ (VINO D'ASTA)

Oggi vi parlo di un’azienda poco nota con sede a Mertesdorf, il comune più vitato della Ruwer (sottozona della Mosella), nata nel 1867 e gestita dalla famiglia Weis dal 1982: Erben von Beulwitz.
14 gli ettari a disposizione, compresi 2.5 ettari nel prestigioso Kaseler Nies’chen, “Grand Cru” esposto a sud-sud ovest su suoli di ardesia blu e marrone e pendenze che si spingono fino al 60%. Le vigne sono in parte centenarie. 

Kaseler Nies'chen. Credit: www.von-beulwitz.de

Kaseler Nies’chen spatlese Alte Reben 2015 (vino d’asta) – Erben von Beulwitz 
L’azienda fa parte della storica associazione Bernkasteler Ring, che ogni anno in settembre organizza un’asta con le selezioni più rare dei soci. E proprio dall’asta 2016 proviene questa bottiglia prodotta in soli 360 esemplari. 
Naso di integra e raffinata maturità con toni di pesca, cassis e lampone, ma anche scie floreali di rosa e di erbe aromatiche. La bocca vive di un equilibrio mirabile tra una polpa dolce e succosa moderatamente ricca ed un lato sapido-acido, che innerva piacevolmente la struttura. L’effetto finale – rinforzato da una chiusura precisa e a fuoco - è di un vino con tratti persino freschi e beverini.